lunedì 3 settembre 2018

Azienda agricola Sergio Consorti Visita all'azienda nell'ambito del percorso per la garanzia partecipata.

Siete invitati alla visita della GP sabato 8 settembre alle ore 10 presso la nostra azienda.
Dal 2015 abbiamo avviato la coltivazione di canapa a bassa tenore di THC. In questo periodo inizia la raccolta manuale delle infiorescenze, alla quale siete invitati a partecipare.
Programma:
Ore 10 visita e raccolta in campo.
Ore 13 pranzo condiviso.
Dopo pranzo selezione delle infiorescenze per l' essiccazione.



Per raggiungerci: da Ponte a Poppi, dopo il ponte, seguendo sempre le indicazioni per Quorle, passare la frazione Becarino. Dopo circa 3Km , passato il segnale di strettoia , c'è la nostra stradina, indicata sulla destra da una casetta di pietra con nanetto . I nostri cellulari
Teresa 3202482534
Sergio3701079834
Casa05751788075
Vi aspettiamo Sergio e Teresa
E' opportuno munirsi di guanti da lavoro

martedì 7 agosto 2018

Garanzia partecipata azienda agricola "Poggio di Dante" Giovedi 9 agosto 2018



Giovedi 9 agosto alle ore 10,00 visita, nell'ambito del progetto per la Garanzia Partecipata, alla Fattoria Poggio di Dante - Strada Provinciale dei Guazzi, 24, 52014 Poppi AR- Tel: 335 766 0848.
Breve descrizione dell'azienda.
Siamo una realtà nata da poco basata sui principi del sano e del naturale, gli stessi con cui cresciamo i nostri figli, curiamo il nostro orto e tutti i prodotti alimentari.
Anche i nostri arredi, interni ed esterni, seguono la stessa filosofia: tutto è realizzato a mano con materiali naturali e di recupero. Ogni complemento è stato realizzato unicamente per il Poggio di Dante.
L'ambiente naturale circostante permette di vivere un'esperienze di benessere a 360° che possa fungere da stimolo creativo per le vostre attività quotidiane.
Al Poggio di Dante si possono scoprire le tradizioni e la cultura del territorio Casentino e viverle come esperienza autentica di condivisione. 

Collegamenti 
AEREO:
da Roma, Pisa, Firenze, Bologna e Rimini.
TRENO:
Ben raggiungibile da Firenze fino ad Arezzo proseguendo poi con il treno locale per Poppi,e da Roma .AUTOBUS:
Da Firenze, Bologna e Cesena direttamente a Poppi.
transfert privato da 2 4 6 10 16 posti

Contatti: poggiodidante@gmail.com
Tel: 335 766 0848

martedì 26 giugno 2018

Garanzia partecipata "Birrificio Agricolo la Campana d'oro"

Visita all'azienda nell'ambito del progetto "Garanzia Partecipata" giovedi 28 giugno 2018
Di seguito il programma proposto:

Acconglienza al Birrificio alle ore 15,00
Presentazione della azienda con sopralluogo della struttura e del laboratorio di birra.
Visione della parte  documentale se gradita.

dalle ore 16,00 condivisione della vita al birrificio, alcuni dei lavori da ultimare compatibilimente con la compresenza dei vari soci:
- etichettatura a mano delle bottiglie e divisione vari lotti .
-aiuto al taglio di alcuni alberi che un uragano ha sradicato accanto al pozzo e rifacimento del piccolo pezzo di  rete che ha rotto.
-taglio erba accanto al pozzo per ripristino pompa acqua per irrigo ulivi e abeti.

dalle ore 19,00  condivisione della cena conviviale  , negli ampi spazi antistanti il birrificio  con chiusura della giornata conoscitiva. 

Breve storia dell'azienda:
L'azienda agricola la Campana D'oro nasce dalla realta' della nostra famiglia che dopo due generazioni di imprenditoria nel campo delle costruzioni metalliche ha deciso visto la carenza nel settore stesso di cambiare attivita'.

Una testimonianza di volonta' umilta' e determinazione che ci vede oggi avviare un azienda del tutto nuova, in un settore dove anche se in espansione non ha ancora una canalizzazione di mercato essendo non un bene di primo consumo ma ancora per pochi estimmatori.

L'azienda e' composta da tre famigliari,:
- Giancarlo Parri che avvalendosi della esperienza maturata nel settore delle costruzioni  ha ristrutturato l'intero complesso da solo per dare vista all' agri-birrificio ed oggi produce le birre nel laboratorio.

-Antonella Matassoni che ha seguito e segue la parte fiscale, commerciale e di promozione, nonche' organizza eventi, fiere, contatta e ricerca nuovi clienti.

-Matteo Parri laureato in lingue orientali che cura le ricette ed il delicato processo di birrificazione ed aiuta entrambi i genitori.

La nostra e' una nuova realta', un collegamento fra il vecchio mondo, quello antico della coltivazione della terra ed il  nuovo, quello che ci vede uno dei pochissimi birrifici Toscani ad essere a kmo ovvero coloro che dalla coltivazione dell'orzo producono e curano la filiera fono all' imbottigliamento e vendita.

L'azienda ha pensato di impiantare una banca del germoplasma di frutti antichi che una volta cresciuti saranno adoperati per aromatizzare le birre autoprodotte , in particolare il fruttto e'  stato studiato didattico ed interattivo in modo da ospitare anche gruppi di ragazzi che possano vivere le giornate in azienda vivendo le varie fasi dei frutti, potatura, raccolto ecc.ecc.

La nostra realta e' unica nel suo genere nella caratteristica di "ESPERIENZA AL BIRRIFICIO" ovvero siamo sempre disponibili ad ospitare coloro che vogliono conoscere i processi di birrificazione sapere con cosa e fatta la birra e apprezzarne cosi gli aspetti, visivi olfattivi e gustativi con l' aiutare a capire e valutarne gli stili, le differenze tra prodotto artigianale ed agricolo, in modo da capire che la nostra salute inizia dalla vita sana con :prodotti sani e in giuste dosi, infatti oggi la birra non e' piu un prodotto da bere -strabere ma degustare .

La campana D'oro dedica il suo nome al territorio dove una antica leggenda della famosa scrittrice del luogo Emma Perodi narra che "sotto il castello di Porciano, tra una fonte e uno spio c'e' nascosta una campana d'oro fino che vale tutto il casentino..."

Crediamo fermamente nella condivisone e l'aiuto tra le aziende  e le famiglie, proprio perche' la valorizzazione dell’economia e delle tradizioni locali se condivisa puo' fare tantissimo e  la conoscenza dei luoghi di produzione  si coniuga indissolubilmente con la promozione del territorio e delle sue peculiarità, per raggiungere un pieno sviluppo delle potenzialità economiche, sociali e culturali. per raggiungere questo scopo si incentivano anche le produzioni a filiera corta, questo il nostro obiettivo sin dall'inizio.

 Le birre che produciamo sono senza particolari aromatizzazioni, ma solo caratteristiche che  rispettando gli stili fanno di esse  un prodotto semplice ma gradevole , sano e genuino.
L'azienda ha scelto di certificarsi  ISO 9001:20215 per lo studio delle ricette e rintracciabilita' dei lotti che cosi  ne garantisce la cura degli ingredienti e la serieta' della produzione, rispettando le normative HACCP .

Oggi la birra, come fin dai tempi antichi degli Egizi ed i Sumeri  e' un prodotto non piu' da bere ma da degustare.
Birrificio Agricolo La Campana d'Oro
Loc.Pianacci n.23, 52011 Bibbiena (AR)
VAT no.02152890519
F.C.PRRMTT92S01A851C
lacampanadoro.com

giovedì 21 giugno 2018

VivereBio 2018. 23 -24 Giugno 2018

Un simpatico binomio quello che lega la nostra Associazione alla manifestazione VivereBio promossa dal Comune di Pratovecchio-Stia. Entrambe sono nate nel 2014, insieme hanno mosso i primi incerti passi, insieme seppur frequentando scuole diverse, hanno saputo crescere.
Il 23 e 24 Giugno si svolgerà la 4° edizione della manifestazione e ci piace pensare che sia l'anno della maturità.
L'averci invitato insieme alle amministrazioni comunali casentinesi, quali relatori ad una importante tavola rotonda che avrà come oggetto l'individuazione delle opportunità di sviluppo sostenibile della vallata e la creazione di un protocollo territoriale sul Distretto Biologico (sabato ore 12.15)  e il segnale forte e chiaro che ci sono le volontà e che quindi ..... si può fare!

Oltre alla tavola rotonda del sabato, siamo invitati (domenica ore 12.15) a relazionare il nostro vissuto sulle "buone pratiche ed esperienze di economia sostenibile ed innovazione nelle aree montane".

Siamo quindi partner della manifestazione anche per l'edizione 2018, con l'allestimento di alcuni stand e con la partecipazione al complesso di conferenze che, sotto il titolo "La montagna che produce ed innova", orientano il confronto ed il dibattito sulle risorse disponibili nelle aree montane e sulle opportunità di generarvi sviluppo sostenibile.

Invitiamo tutti i nostri associati a partecipare alla manifestazione e a far pervenire alla segreteria o al presidente, ogni suggerimento ritenuto utile ai nostri interventi durante i convegni. Ricordiamo a tutti i produttori iscritti, che l'Associazione ha uno stand condiviso dove ospitare tutti i prodotti del Biodistretto e che l'allestimento (e l'abbellimento) dello stand deve essere ultimato nella giornata di venerdì 22 giugno.
Per informazioni sul programma completo della manifestazione potete cliccare il link
http://www.comune.pratovecchiostia.ar.it/viverebio

Associazione Bio-Distretto Casentino

giovedì 31 maggio 2018

Garanzia Partecipata azienda agricola "Casa La Selva" domenica 3 giugno 2018

Azienda Agricola "Casa La Selva" - Visita nell'ambito del percorso della garanzia partecipata.

Invito tutti domenica 3 giugno a " casa la selva" "Talla", per la visita annuale in Azienda.
 
Programma:
 
Dalle 8.30 : raccolta e bruciatura potature olivi. Taglio polloni  Invito a portarvi guanti, forbici e chi puo' un forcone.
13.30 pranzo condiviso. 
Nel pomeriggio visita azienda
 
Indicazioni:

Sì raggiunge Salutio e venendo da Rassina , si gira a sinistra per S.Maria del bagno, si percorre 4 km di sterrato, ultima casa in cima alla collina.
Per informazioni.  3404951921
Vi aspetto!
Ciao a tutti
Erica
 
 

martedì 15 maggio 2018

Garanzia Partecipata alla Fattoria di Selvoli

Domenica 13 Maggio abbiamo inaugurato la Garanzia Partecipata 2018.



Abbiamo visitato la Fattoria di Selvoli, in particolare i campi dove stanno crescendo rigogliosamente i cereali. Il lavoro più urgente e impegnativo era sistemare l'elettropascolo contro i cinghiali e vista l'estensione (quasi 7 km di perimetri da recintare) un po' di aiuto non guastava.
La prima attività è stata piantare i picchetti: segue discussione filosofica sul preferire i tondini in ferro con gli isolatori o i paletti in plastica, più ecologici i primi o i secondi? Quelli in ferro si piantano meglio ma se il filo si sgancia la messa a terra è istantanea. Quelli in plastica si piegano con la tensione del filo. Allora meglio quelli più corti, tanto lo scopo è tenere lontani i cinghiali. 
Per non scontentare nessuno l'assortimento della Fattoria prevede tutte le tipologie.


Poi si passa a stendere e agganciare il filo, un primo giro in basso e due giri via via più in alto.
Poi si passa a controllare che sia agganciato bene, che i fili non siano lenti o troppo in tensione, che seguano bene il perimetro del campo, che non ci sia erba a toccare l'ultimo filo. Si aggiungono o si spostano i paletti, per cercare la soluzione migliore.


Abbiamo finito solo uno dei campi, poi siamo andati a mangiare e a compilare la scheda della visita, qualcuno è andato via, altri sono rimasti.


Ma il lavoro non è terminato: tutti i giorni vanno controllati i recinti, l'erba va tagliata regolarmente per evitare che toccando il filo più basso metta a terra il circuito rendendolo inutile.
Coltivare è decisamente impegnativo, per questo è importante pagare il giusto prezzo per il cibo che altri producono per noi con passione e fatica.

P.S. Se qualcuno ha una moto da trial che avanza, qui sarebbero interessati a utilizzarla per fare i giri di supervisione delle recinzioni.